Baby vegetable word on pregnant belly

Corso di formazione “Alimentazione in gravidanza e allattamento”

La vita femminile passa attraverso diverse fasi cruciali, ciascuna delle quali è caratterizzata da bisogni nutrizionali diversificati. È quindi fondamentale che le donne posseggano tutti gli strumenti conoscitivi e culturali necessari per operare le migliori scelte alimentari, declinandole in relazione ai diversi cicli vitali.

Le donne sono inoltre indiscusse protagoniste dell’alimentazione di tutta la famiglia e influiscono in modo decisivo sulle abitudini a tavola dei propri cari.

Sono proprio loro ad assumere un ruolo cruciale nella “programmazione” del metabolismo futuro dei loro figli, prima attraverso le scelte alimentari nel corso della gravidanza, poi durante l’allattamento e, successivamente, durante la delicata fase dello svezzamento. Dato questo imprinting, le donne continuano a esercitare la propria influenza sulle abitudini alimentari dei figli (e dei loro partner), risultando dunque preziose alleate nella diffusione dei principi alla base di una sana alimentazione.

In gravidanza e durante l’allattamento, mamma e bambino “condividono” gli elementi nutrizionali disponibili; per questo la dieta deve essere impostata in modo da soddisfare i bisogni nutrizionali di entrambi.

Questo corso ha l’obiettivo di fornire strumenti conoscitivi per orientare le scelte alimentari delle future mamme e delle neo-mamme che allattano.

GRAVIDANZA

L’importanza di una corretta alimentazione in gravidanza

Fin dalla pianificazione di una gravidanza, l’alimentazione gioca un ruolo cruciale. Un regime alimentare corretto influisce, infatti, sulla fertilità e sulle primissime fasi della gestazione, dal concepimento all’impianto dell’uovo fecondato, alla formazione e allo sviluppo dell’embrione.

Nel corso della gravidanza, l’alimentazione diventa poi uno strumento essenziale per garantire al feto tutti i nutrienti di cui necessita e per soddisfare le mutuate richieste energetiche materne. Quindi particolare attenzione dovrà essere riposta nella scelta di ciò che si mangia, anche con l’obiettivo di ottenere nel corso della gravidanza, un adeguato incremento ponderale della futura mamma. Un peso eccessivo può, infatti, portare all’insorgenza di ipertensione arteriosa e diabete che rappresentano noti fattori di rischio per gravi complicanze materne e fetali, a macrosomia del feto (peso alla nascita ≥ 4.5 kg) con possibili complicanze da parto e a parto prematuro. Molte ricerche hanno inoltre evidenziato l’impatto negativo di un eccessivo incremento ponderale materno in corso di gravidanza sulla salute del bambino nel lungo termine, con maggior rischio di sviluppare condizioni di sovrappeso e obesità in adolescenza e nell’età adulta.

Altra raccomandazione importantissima è prestare molta cura alla manipolazione dei cibi e alla preparazione delle pietanze, aspetti di cui sarà bene tener conto anche nelle occasioni in cui si mangia fuori di casa: alcuni cibi possono essere veicolo di agenti infettivi, come la Listeria monocytogenes e il Toxoplasma gondii, responsabili di gravi danni fetali.

Una corretta alimentazione in gravidanza è in grado di….

  • assicurare al feto i “giusti” nutrienti, necessari per il suo sviluppo e accrescimento
  • soddisfare le incrementate richieste energetiche della mamma
  • prevenire sovrappeso materno e complicanze materno-fetali
  • proteggere da infezioni alimentari pericolose per il nascituro

ALLATTAMENTO

Latte materno: nutrimento, coccole e… tanta salute

Il latte materno rappresenta il nutrimento ideale per il neonato, tanto che l’allattamento al seno esclusivo è raccomandato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per i primi sei mesi di vita. Le sue caratteristiche, in termini di composizione e variabilità nel corso delle diverse fasi di crescita e durante la stessa poppata, lo rendono unico. Fornisce tutti gli elementi nutritivi necessari, nelle corrette proporzioni, come alcuni acidi grassi polinsaturi, proteine e ferro assimilabile; inoltre, contiene sostanze bioattive e immunologiche, che sono fondamentali sia per proteggere il bambino da eventuali infezioni, batteriche o virali, sia per favorire lo sviluppo intestinale.

L’allattamento al seno soddisfa efficacemente non solo le esigenze nutrizionali, ma anche i bisogni emotivo-psicologici del neonato: crea da subito un’intesa, che rafforza il legame affettivo, influenzando positivamente lo sviluppo fisico, psicologico e sociale del bambino. Attaccato al seno, il bimbo sente il calore e l’odore della pelle materna e si rilassa. La mamma riceve stimolazioni neurosensoriali, percepisce una sensazione di benessere e si sente gratificata. Il latte materno, dunque, oltre ad essere un alimento perfetto, per la sua formula unica e irriproducibile, mutevole nel tempo, consente di consolidare il legame di dipendenza affettiva tra la mamma e il suo bambino attraverso un linguaggio di comunicazione intima basata sul reciproco scambio di sensazioni psico-fisiche, emozioni, amore e coccole.

Il corso

Il corso sarà strutturato in 2 incontri di 2 ore ciascuno, che si terranno presso l’Associazione Mammecare ad Ostia e sarà rivolto alle future mamme e alle neo-mamme in allattamento. Saranno a disposizione delle neomamme fasciatoio ed eventualmente scaldabiberon. Sarà tenuto da un medico nutrizionista, da una psicologa esperta di alimentazione e da una psicologa esperta di perinatalità.

Docenti

Dott.ssa Mariantonietta Fabbricatore:  laureata con lode in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Roma “La Sapienza”, ha conseguito la Laurea Specialistica in Scienze della Nutrizione Umana presso l’Università degli Studi di Roma “TorVergata” e la specializzazione in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale presso l’Istituto Skinner di Roma riconosciuto dal MIUR.
E’ docente di  Psicopatologia del Comportamento – Disturbi Alimentari presso l’Università Europea di Roma ed è docente presso la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale Istituto Skinner per la disciplina dei Disturbi del Comportamento Alimentare.

Dott.ssa Silvia Gennari:  laureata in Psicologia, Indirizzo Clinico e di Comunità, presso l’ “Alma Mater Studiorum”, Università degli Studi di Bologna.  Ho conseguito il diploma quadriennale di specializzazione in Psicoterapia Sistemica Relazionale presso ISCRA (Istituto Modenese di Psicoterapia Sistemica e Relazionale). Iscrizione n.20718 all’Ordine degli Psicologi e Psicoterapeuti del Lazio dal 16/04/2000. Mi occupo principalmente di consulenza e terapia individuale, familiare, di coppia e parent-training. Sono socia fondatrice dell’Associazione MammeCare di Ostia e qui mi occupo di interventi di consulenza e sostegno a famiglie, coppie e donne in fasi particolari e delicate del ciclo di vita: nascita di un figlio, gravidanza, lutto, separazione.

Dott.ssa Giulia D’Ari : Laureata con lode in psicologia clinica e di comunità presso l’università Europea di Roma con tesi di specializzazione sui disturbi  del comportamento alimentare, ha inoltre  conseguito un master di primo livello in criminologia e psicologia giuridica con il massimo dei voti. Ha conseguito un tirocinio formativo sui disturbi dell’alimentazione conducendo una sperimentazione clinica presso uno studio medico specializzato nel trattamento di questi disturbi

Strutturazione del corso ed argomenti trattati

1° incontro 2 ore

LA GRAVIDANZA : “tornerò come prima?” il cambiamento nell’immagine di sé in gravidanza, paure legate al corpo e all’identità.  L’alimentazione in gravidanza. Indicazioni generali e principi base di nutrizione, l’importanza di vitamine e minerali, i gruppi alimentari, l’incremento ponderale e l’attività fisica, le integrazioni consigliate, norme igieniche e precauzioni nella manipolazione e preparazione dei cibi. Quando si parte già in sovrappeso: indicazioni. Prevenzione diabete e gestosi gravidica. Giusta alimentazione per la salute del bambino. Fumo e alcool in gravidanza. Farmaci in gravidanza.

2° incontro 2 ore

L’ALLATTAMENTO: vantaggi e benefici dell’allattamento al seno per mamma e bambino, raccomandazioni OMS, allattamento e suoi benefici psicologici, allattamento prolungato e a termine. Epigenetica e allattamento. Alimentazione in allattamento. Credenze e luoghi comuni. Indicazioni generali e fabbisogno nutrizionale. Cibi “no” e cibi consigliati. Differenze interculturali. Dimagrire nel post parto e durante l’allattamento e riprendere il peso forma: indicazioni. Indicazioni sull conservazione del latte materno. Fumo e alcool in allattamento. Farmaci in allattamento.

Strumenti e metodologie:

Partecipazione attiva, utilizzo di slides, filmati, esercizi. Alla fine del corso verrà rilasciato un vademecum informativo.

Costi:

Per partecipare al corso è necessario essere iscritti all’associazione MammeCare. Per l’anno 2018 la quota associativa è di 20 euro e dà diritto ad altri servizi, anche gratuiti, consultabili sul sito www.mammecare.it

Un incontro: 40 euro

Corso completo: 70 euro

Max 10 iscritti

Per informazioni: 339/4106299 o mail a mammecare@gmail.com

No Comments Yet.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *